+

MENÙ

Tagli alle linee bus e biglietto più caro

Dove sei: Homepage > Archivio notizie > Tagli alle linee bus e biglietto più caro

02-04-2013

LA spada di Damocle dei tagli, sia nazionali che regionali, incombe sul trasporto pubblico. Per le linee urbane si prospetta una riduzione di alcune centinaia di migliaia di chilometri sulle varie linee, che come vedremo sarà parzialmente attutita. Altrettanto per i servizi extraurbani, con i Comuni chiamati a valutare una sorta di soccorso - finanziario - alle casse sempre più vuote dell'azienda trasporti. Il quadro emergerà a metà aprile, quando in Castello si riunirà l'assemblea dell'Agenzia per la Mobilità, chiamata a riferire come si legge nella convocazione sugli «indirizzi per la rimodulazione dei servizi». RIMODULAZIONE, una parola soft per dire tagli: «Il quadro non è ancora definito con precisione, perché la conferenza Stato-Regioni che avrebbe dovuto definire gli stanziamenti per il settore non si è mai di fatto conclusa - spiega l'assessore alla Mobilità Aldo Modonesi -, perciò siamo in stand by, anche se la prospettiva è di una riduzione consistente dei chilometri di esercizio». Per quanto riguarda i servizi urbani, la sforbiciata alle linee sarà come detto parzialmente tamponata grazie alla recente apertura del nuovo ponte sul Burana: «L'utilizzo della nuova 'bretella' su via del Lavoro consente il rientro in azienda dei bus urbani senza le lunghe percorrenze del passato - spiega Modonesi -, i tanti chilometri risparmiati su questi trasferimenti a 'vuoto', come si dice in gergo, eviteranno di ridurre le linee e le frequenze urbane». Qualche taglio comunque ci sarà, mentre sul fronte del ripristino dei servizi tornerà - probabilmente a fine estate - la linea 11 attraverso corso Martiri della Libertà, al termine dei lavori alle Torri dell'Orologio e della Vittoria. Altri potenziamenti appaiono improbabili, sarà invece quasi certamente ridisegnata la percorrenza di alcune linee (forse addirittura in odore di accorpamento) per sfruttare anche in questo caso l'apertura del ponte sul Burana. PER QUANTO riguarda le linee extraurbane ed i servizi ferroviari, molto dipenderà dalle valutazioni della Regione e dalla situazione finanziaria di Tper. Già nel 2012 erano state ridotte corse e servizi in vari Comuni, si prospettano altri sacrifici. E c'è addirittura chi prefigura una manovra drastica anche su qualche linea ferroviaria, con possibili tagli persino alla Ferrara-Codigoro.

Carlino Ferrara 31 marzo 2013

 

scarica l' articolo