+

MENÙ

Tre nuove colonnine per ricaricare i veicoli elettrici

Dove sei: Homepage > Archivio notizie > Tre nuove colonnine per ricaricare i veicoli elettrici

31-01-2014

I cittadini potranno anche avvalersi del servizio di ricarica utilizzando la card “Mi muovo” predisposta dalla Regione Emilia Romagna per tutti i trasporti pubblici – urbani e regionali – e per il bike sharing regionale. Infatti le colonnine di ricarica Enel, Hera e Iren saranno in grado di “leggere” la card “Mi muovo”, sulla quale il cliente avrà “caricato” il suo contratto di fornitura
di energia per il veicolo elettrico.

Via Felisatti, parcheggio di via del Lavoro e via Kennedy: sono queste le postazioni scelte per le tre nuove colonnine pubbliche di ricarica per veicoli elettrici che da domani, venerdì 31 gennaio, saranno disponibili in città. Sale così a quattro il numero dei dispositivi presenti a Ferrara, dopo l’installazione nella primavera scorsa della prima colonnina in largo Castello e in attesa dell’attivazione della quinta e ultima postazione, prevista al parcheggio Diamanti e ancora in fase di progettazione.Gli interventi di messa in funzione, da parte dei tecnici Enel, prenderanno il via alle 9.30 di domani da via Felisatti, per poi proseguire in via del Lavoro e concludersi entro la mattinata in via Kennedy. L’operazione rientra in un progetto pilota regionale che coinvolge undici Comuni (Bologna, Reggio Emilia, Rimini, Ferrara, Ravenna, Piacenza, Cesena, Forlì, Imola, Modena e Parma), otto
dei quali, tra cui Ferrara, su rete Enel Distribuzione, due su rete Hera e uno su rete Iren. Obiettivo del progetto è l’installazione negli undici Comuni di colonnine di ricarica pubbliche basate tutte sulla stessa tecnologia, per permettere ai cittadini emiliano romagnoli di ricaricare i propri veicoli elettrici indifferentemente su infrastrutture Enel, Hera o Iren. L’interoperabilità è infatti resa possibile dall’adozione da parte dei tre distributori dei medesimi sistemi hardware e software sviluppati da Enel, sia relativamente alle infrastrutture di ricarica che al sistema integrato di gestione computerizzata.Come funziona. Il proprietario di un’auto elettrica stipula sul libero mercato un contratto per la fornitura di energia con un Energy Vendor a sua scelta e riceve una card che gli consente l’accesso alle colonnine. Grazie all’interoperabilità potrà ricaricare il proprio veicolo indifferentemente alle
colonnine installate su rete Enel, o su rete Hera o su rete Iren. La ricarica completa a 3 kW del veicolo avviene in circa 6/8 ore. Il sistema Emm registra i dati relativi a ciascuna ricarica effettuata dal cliente, sia che essa avvenga su infrastrutture di ricarica connesse alla rete di Enel Distribuzione che alla rete di Hera o di Iren. Invia, quindi, al sistema informatico di ciascuna delle tre società i dati relativi ai prelievi avvenuti sulle loro infrastrutture. I sistemi preposti al vettoriamento in Hera, in Iren e in Enel Distribuzione inviano all’Energy Trader con cui il cliente ha stipulato il contratto i dati necessari alla fatturazione, consentendo l’invio al cliente della relativa bolletta, eventualmente corredata con i dati di dettaglio di tutte le ricariche effettuate, luogo, data, ora, prelievo. I cittadini potranno anche avvalersi del servizio di ricarica utilizzando la card “Mi muovo” predisposta dalla Regione Emilia Romagna pertutti i trasporti pubblici – urbani e regionali – e per il bike sharing regionale. In altri termini: le colonnine
di ricarica Enel, Hera e Iren saranno in grado di “leggere” la card “Mi muovo”, sulla quale il cliente avrà
“caricato” il suo contratto di fornitura di energia per il veicolo elettrico.La ricarica. Le infrastrutture saranno installate in luoghi pubblici dotati di un parcheggio per la ricarica dei veicoli elettrici. Ogni colonnina consentirà il riconoscimento dell’utente e la ricarica dei veicoli per il trasporto di persone e merci, interamente gestita da remoto. La stazione consentirà una ricarica dei veicoli elettrici innovativa, sicura, comoda.Facilitazioni per gli utilizzatori di veicoli elettrici. Per facilitare l’accesso alle zone a traffico limitato dei centri urbani, la Regione ha firmato un ulteriore accordo con tutti i Comuni pilota per facilitare le regole per l’ingresso nelle Ztl. I veicoli ad esclusiva trazione elettrica e immatricolati per trasporto persone o per trasporto merci potranno usufruire di alcuni benefici: sostare gratuitamente nei parcheggi a pagamento del territorio comunale dati in concessione alla Società Ferrara Tua, con la sola esclusione dei parcheggi delimitati da sistemi di ingresso e uscita nei quali è previsto il
pagamento automatico; nonché accedere alla colonnina di Largo Castello transitando quindi nella Ztl del controviale Cavour. Perusufruire delle facilitazioni i veicoli dovranno essere individuati da idoneo permesso in distribuzione all’Ufficio rilascio permessi Ztl di viale IV Novembre 9.

 

estense.com