+

MENÙ

Mi muovo anche in città

Dove sei: Homepage > Archivio notizie > Mi muovo anche in città

03-09-2018

In vista della campagna abbonamenti rafforzato personale di sportello e dedicato all’informazione

 

 

Per il trasporto pubblico settembre è tradizionalmente un mese cruciale perchè segna, dopo la pausa estiva, la ripartenza dell’attività scolastica e l’intensificazione degli spostamenti di lavoro dei pendolari.

 

NOVITA’

Da sottolineare che alla tradizionale campagna per il rinnovo degli abbonamenti  quest’anno si aggiunge l’importante novità, decisa dalla Regione Emilia Romagna, dell’integrazione  urbana gratuita per l’uso dei bus  per coloro che sottoscrivono un abbonamento ferroviario.

 

INFORMARSI IN TEMPO PER USUFRUIRE DI TUTTE LE NOVITA’

Per l’occasione la società Tper ha potenziato in questi giorni gli strumenti per dare supporto e informazioni ai propri utenti.

Per maggiori approfondimenti sulle tratte ferroviarie e sulle zone tariffarie interessate dal provvedimento “Mi muovo anche in città”, sulle modalità di rimborso (da richiedere dal 10 settembre fino al 10 ottobre 2018) di quote di integrazione urbana non godute per abbonamenti annuali già in essere, per le modalità relative agli abbonamenti mensili e per qualsiasi altro dubbio, l’invito è dunque di consultare la pagina 

www.tper.it/mimuovoancheincitta

o a contattare telefonicamente il call center 051 290290, a cui sarà possibile accedere a tutte le informazioni utili e dettagliate.

Anche i centri informativi Tper di via Marconi 4 e dell’Autostazione, a Bologna, la biglietteria di Imola e il Punto Bus della Stazione di Ferrara e la biglietteria mobile di Comacchio sono a disposizione per consentire a cittadini e utenti di viaggiare informati sulle novità recentemente introdotte e di poterne fruire al meglio.

 

ABBONARSI SENZA FARE CODE

Per evitare code l’azienda ricorda poi due consigli sempre utili: giocare d’anticipo o affidarsi a soluzioni di grande praticità, fruibili anche online o a uno sportello bancomat.

Considerato che l’inizio della validità degli abbonamenti annuali personali può decorrere, a scelta del cliente, da uno qualsiasi dei 30 giorni successivi all’acquisto, le nuove sottoscrizioni o i rinnovi possono essere fatti senza aspettare i giorni di settembre in cui le biglietterie sono più frequentate, coincidenti con l’imminente ripresa dell’attività scolastica.

L’abbonamento annuale, poi, offre un ulteriore vantaggio per chi lo possiede: se non rientra in casi particolari, è rinnovabile anche presso gli sportelli bancomat di Unicredit, Carisbo e delle banche del Gruppo Intesa oppure online sul sito web di Tper, senza costi aggiuntivi; anche chi si abbona per la prima volta può farlo attraverso il sito, seguendo le semplici istruzioni e pagando con la carta di credito.

Tutte le informazioni relative ad abbonamenti, convenzioni, prezzi e modalità d’acquisto sono consultabili sul sito di Tper, al link:  www.tper.it/abbonati

 

SETTEMBRE TRA ABBONAMENTI, VANTAGGI E NOVITÀ

Parte la campagna abbonamenti annuali Tper

La certezza del prezzo bloccato per un anno, la possibilità di rateizzazione, gli sconti per giovani under 27 e per utenti senior, le agevolazioni per famiglie: la convenienza per chi si abbona per un anno è certamente la migliore garanzia offerta dall’abbonamento annuale al servizio di trasporto pubblico. In più, ai titolari di abbonamento annuale, Tper riserva vantaggi anche in tema di acquisti, cultura, sport, tempo libero, divertimento e utilità quotidiana: promozioni offerte da sempre più numerosi partner commerciali e istituzionali che accrescono ulteriormente la convenienza.

 

“Mi muovo anche in città”: dal 1° settembre bus gratis in area urbana per chi ha l’abbonamento del treno

Da sabato 1° settembre, grazie a “Mi muovo anche in città”, l’integrazione tariffaria tra treno e bus offerta gratuitamente dalla Regione Emilia-Romagna, con un abbonamento al servizio ferroviario regionale si potrà viaggiare, senza pagare alcuna integrazione, anche sugli autobus dell’area urbana in 13 città della regione: le nove città capoluogo più Carpi, Imola e Faenza. La gratuità dei mezzi pubblici varrà sia nella città di partenza che in quella di arrivo.

Dell’autobus gratuito in area urbana potranno beneficiare i possessori di abbonamenti a tariffa Trenitalia per tratte superiori ai 10 Km e i possessori di abbonamenti annuali e mensili Tper, con data anche anteriore al 1° settembre 2018, per le linee Bologna-Portomaggiore, Bologna-Vignola, Ferrara-Codigoro, Suzzara-Ferrara, Parma-Suzzara.

Per queste cinque linee gli abbonamenti devono avere origine o destinazione nelle città di Bologna, Ferrara, Parma e l’altro estremo del viaggio in una zona tariffaria attraversata da una delle suddette linee ferroviarie o in una zona in cui sono previsti servizi in coincidenza con una delle tratte ferroviarie Tper. La gratuità dell’integrazione urbana è prevista anche per gli abbonamenti con le stesse caratteristiche di origine e destinazione, anche se gli spostamenti sono effettuati sui bus extraurbani Tper.

Per usufruire della nuova opportunità sarà necessario sostituire la propria tessera MiMuovo; per facilitare la sostituzione delle tessere, agli abbonati annuali delle tratte ferroviarie citate (ad eccezione di quelli della Parma-Suzzara, le cui tessere non devono essere sostituite) Tper ha provveduto nei giorni scorsi ad un invio postale a domicilio di tessere con il nuovo abbonamento da ricaricare alla scadenza di quello già in loro possesso.

Sempre dal 1° settembre, la Regione Emilia-Romagna ha previsto l’entrata in vigore di un’altra importante novità in direzione dell’integrazione dei servizi: con l’abbonamento annuale o mensile Tper per l’area urbana di Bologna sarà possibile utilizzare anche i treni regionali Trenitalia e Tper all’interno dell’area urbana stessa.

Immagini: