+

MENÙ

“PRENDO QUESTO AUTOBUS O ASPETTO IL PROSSIMO?”

Dove sei: Homepage > Archivio notizie > “PRENDO QUESTO AUTOBUS O ASPETTO IL PROSSIMO?”

23-10-2020

TPer - Roger, l’app ‘tuttofare’ della mobilità, da novembre fornirà anche il livello di carico dei mezzi Tper in tempo reale

A partire dall’inizio di novembre, per l’utente del servizio Tper sarà possibile conoscere il livello indicativo di riempimento dell’autobus in arrivo alla fermata, consultando in modo semplice ed intuitivo l’app Roger, già disponibile gratuitamente su ogni smartphone.

Il potenziamento di Roger con nuovi contenuti di utilità pratica esemplifica in maniera efficace l’impegno di Tper, che, nel rispondere ad una esigenza informativa fondamentale in questo momento, investe in una piattaforma di servizio sempre più efficace e strategica, anche a prescindere alla fase attuale.
A partire dal 1° novembre l’utente sarà in grado di conoscere, interrogando Roger, se l’autobus ha un livello di riempimento basso, normale o al limite di quanto previsto dalle norme in vigore, oltre a ricevere informazioni sui tempi di attesa e sulla presenza della pedana d’accesso per persone a mobilità ridotta, come già avviene oggi.

Già scaricata da oltre 100mila utenti, Roger consolida così il proprio ruolo di ‘assistente di viaggio’ interattivo, che permette di pianificare gli spostamenti con soluzioni che integrano il trasporto pubblico locale e i collegamenti nazionali, consentendo inoltre l’acquisto e la convalida con lo smartphone di tutti i titoli di viaggio di bus e treno.

 

Il funzionamento

Nella sezione dell’app che consente di conoscere gli arrivi dei bus alla fermata in tempo reale, sarà possibile anche vedere, accanto ai primi mezzi in arrivo, il livello di passeggeri a bordo: l’immagine di un piccolo autobus stilizzato risulterà colorata di verde, arancione o rosso quando il numero di passeggeri sarà rispettivamente minore di un terzo, minore di due terzi oppure superiore a due terzi di quanto consentito dalle norme attualmente vigenti. Un’informazione preziosa per conoscere la situazione e decidere se salire sul bus o attendere la corsa successiva.
L’applicativo rileva in automatico e in forma assolutamente anonima quanti smartphone con antenna wi-fi sono presenti a bordo di ciascun bus: un algoritmo di natura statistica elabora, quindi, in tempo reale una stima del numero di passeggeri totali, con una precisione che andrà via via crescendo essendo questo un software auto-apprendente.
Oggi la forbice di errore medio è compresa tra 0 e un massimo di 9 passeggeri; un margine che comunque già consente un’alta affidabilità dell’informazione, come hanno dimostrato i test effettuati in questo mese di sperimentazione. Il sistema garantisce inoltre l’assoluto anonimato: nessun dato identificativo o personale viene rilevato.

 

Tempi e copertura del servizio

Il servizio partirà progressivamente, per consentire aggiornamenti software e calibrazioni dei dati, sino ad arrivare a fornire indicazioni sull’intera flotta Tper.
Da inizio novembre verranno monitorati oltre i 2/3 dei mezzi urbani di Bologna; entro la fine del mese di novembre si arriverà alla completa copertura del servizio urbano bolognese.
Da dicembre l’app funzionerà anche nella città di Ferrara. Con il nuovo anno, si arriverà a registrare e fornire anche i dati del servizio extraurbano di entrambi i bacini.
Nelle prime settimane di rilascio dell’app, sarà attivato un servizio on-line per chi ancora non conosce Roger, come supporto informativo e come tutor in caso di particolari esigenze. Nello specifico, nel giorno di avvio ufficiale verranno diffuse tutte le informazioni operative, sia sul sito che su altri canali di comunicazione.

 

L’impegno di Tper – innovazione e sicurezza

“Anche in momenti molto impegnativi come questo, non rinunciamo ad investire in tecnologie a vantaggio dell’utenza, tese al miglioramento di informazione e servizi – spiega la Presidente e Amministratore Delegato di Tper, Giuseppina Gualtieri - L’estensione delle funzionalità di Roger utilizza dati ‘real time’ che sono un patrimonio di conoscenza utilizzabile da Tper anche per valutazioni circostanziate e tempestive sul servizio oltre che per esaminare, nei tavoli dedicati alla mobilità pubblica con la Regione e le Istituzioni del territorio e con l’Agenzia della mobilità, migliorie in sede di programmazione delle corse”.
Anche attraverso strumenti come Roger, infatti, Tper continua a dispiegare il massimo impegno al fianco delle Istituzioni nel monitoraggio e nel potenziamento dei servizi. Ciò ha portato già oggi ad avere 368 corse supplementari quotidiane, pari a 1 milione di km aggiuntivi nell’intero periodo scolastico nei bacini di Bologna e Ferrara, anche in collaborazione con i privati, rimodulando il servizio in relazione alla situazione scolastica e agli orari definitivi degli istituti. Importantissima la collaborazione attivata al tavolo dell’ordine pubblico e sicurezza della Prefettura per i controlli nei luoghi più sensibili. Con Regione e istituzioni si stanno definendo in questi giorni nuovi ulteriori potenziamenti.
Oggi, sull’intero servizio Tper, il livello di riempimento dei bus si attesta in media tra il 50 e il 65% rispetto alle condizioni di carico pre-Covid, con parametri che ampiamente rientrano nella capienza attualmente consentita a livello nazionale per il trasporto pubblico locale (pari all’80% del limite indicato nella carta di circolazione di ogni bus). La norma oggi consente, infatti, carichi considerevolmente elevati che possono generare la percezione di un sovraffollamento anche se il numero dei passeggeri non eccede la capienza massima stabilità per quel mezzo, riportata nell’adesivo presente sul frontale destro di ogni bus. Si tratta di un parametro fissato dalle norme in vigore dal 7 settembre, in ragione dell’azione di sanificazione quotidiana dei mezzi e del ricambio d’aria assicurato dagli impianti di aerazione, unitamente ad un corretto uso della mascherina da parte degli utenti per tutta la durata del viaggio.

 

* A commento di quanto presentato in conferenza stampa, l’Assessore regionale a Trasporti e Mobilità, Andrea Corsini, ha dichiarato:
“Dopo il massiccio intervento della Regione pari a 21 milioni di euro, che ha messo in circolazione oltre 350 bus in più dalla riapertura delle scuole per garantire la mobilità in sicurezza degli studenti e dei lavoratori di tutta la regione, investiamo ora insieme a Tper, con l’ampliamento delle funzionalità dell’app Roger, anche nelle nuove tecnologie digitali con l’obiettivo di aumentare ancora di più la consapevolezza e i livelli di sicurezza dei viaggiatori”.

*L’Assessore alle Politiche per la Mobilità del Comune di Bologna, Claudio Mazzanti, ha dichiarato: "Come annunciato dal Comune di Bologna, oltre all’impegno notevole che Tper ha messo in campo per garantire il servizio in sicurezza, l’azienda ha anche attivato questo strumento che diamo ai cittadini per un controllo istantaneo della capienza dei mezzi, anche se ricordiamo che non viene mai superata la quota dell’80% prevista dalle norme. Sono soddisfatto per questa novità e per l’efficienza dell’azienda, sono certo che continuerà in modo proficuo questa collaborazione di Tper con il Comune e la Regione".

GUARDA IL VIDEO DEMO:
https://fb.watch/1hk564t_au/

Immagini: