+

MENÙ

Progetto GIM - Gestione informatizzata della mobilità

Dove sei: AMI Ferrara - trasporti > Progetti e attività > Altri progetti e attività > Progetto GIM - Gestione informatizzata della mobilità

Il progetto GIM (gestione informata della mobilità) riguarda tre regioni e per l'Emilia-Romagna le province di Ferrara, Piacenza, Reggio Emilia, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. La sola parte regionale del progetto vale 7 milioni di €, la quota di Ferrara è di circa 1,4 milioni di € coperti per metà da contributi regionali e statali e per l'altra metà da Provincia e Comune.

AMI in base ad uno specifico accordo si è fatta carico della quota di pertinenza degli Enti Locali.

L'investimento è molto importante per lo sviluppo e l'adeguamento qualitativo del sistema di trasporto pubblico locale nel nostro territorio. A tal proposito, infatti, il sistema GIM a regime consentirà:

  1. per l'utenza, in attesa in fermata, informazioni in tempo reale sull'arrivo del prossimo bus nonché altre notizie utili sul servizio;
  2. per il gestore Tper e per AMI un controllo complessivo sulla regolarità del servizio;
  3. l'attivazione di "corsie smart" per la preferenziazione semaforica variabile grazie ad una possibile integrazione tra la centrale di TPER e i regolatori semaforici.

Tutte le grandi città europee sono dotate di sistemi di questo tipo.

Il funzionamento tecnico del sistema è complesso, ma si può così sintetizzare:

  1. i bus in esercizio trasmettono costantemente la loro posizione GPS ad una centrale localizzata presso Tper a Bologna,
  2. sulla base dell'andamento del bus, un algoritmo di previsione stima l'orario di arrivo di un bus alla singola fermata permettendo l'invio di questa informazione alla palina posizionata sul percorso del mezzo dando l'informazione in tempo reale ai passeggeri,
  3. si crea una banca dati dei passaggi del bus alle fermate monitorate e al capolinea per verificarne regolarità e passaggi effettivi,
  4. nella sede dell'Agenzia è possibile visionare il mezzo tramite un apposito monitor.

La realizzazione del progetto GIM sta volgendo al termine e, al momento attuale nella città di Ferrara e in provincia sono state ordinate e consegnate tutte le attrezzature di fornitura e sono stati installati n. 181 apparati di bordo e n. 32 paline di fermata.

 

LA SCHEDA (a cura di AMI Ferrara) 

Il progetto GIM (gestione informata della mobilità) riguarda tre regioni e per l'Emilia-Romagna le province di Ferrara, Piacenza, Reggio Emilia, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. La sola parte regionale del progetto vale 7 milioni di €, la quota di Ferrara è di circa 1,4 milioni di € coperti per metà da contributi regionali e statali e per l'altra metà da Provincia e Comune.

AMI in base ad uno specifico accordo si è fatta carico della quota di pertinenza degli Enti Locali.

L'investimento è molto importante per lo sviluppo e l'adeguamento qualitativo del sistema di trasporto pubblico locale nel nostro territorio. A tal proposito, infatti, il sistema GIM a regime consentirà:

 

  1. per l'utenza, in attesa in fermata, informazioni in tempo reale sull'arrivo del prossimo bus nonché altre notizie utili sul servizio;

  2. per il gestore Tper e per AMI un controllo complessivo sulla regolarità del servizio;

  3. l'attivazione di "corsie smart" per la preferenziazione semaforica variabile grazie ad una possibile integrazione tra la centrale di TPER e i regolatori semaforici.

 

Tutte le grandi città europee sono dotate di sistemi di questo tipo.

Il funzionamento tecnico del sistema è complesso, ma si può così sintetizzare:

 

  1. i bus in esercizio trasmettono costantemente la loro posizione GPS ad una centrale localizzata presso Tper a Bologna,

  2. sulla base dell'andamento del bus, un algoritmo di previsione stima l'orario di arrivo di un bus alla singola fermata permettendo l'invio di questa informazione alla palina posizionata sul percorso del mezzo dando l'informazione in tempo reale ai passeggeri,

  3. si crea una banca dati dei passaggi del bus alle fermate monitorate e al capolinea per verificarne regolarità e passaggi effettivi,

  4. nella sede dell'Agenzia è possibile visionare il mezzo tramite un apposito monitor.

La realizzazione del progetto GIM sta volgendo al termine e, al momento attuale nella città di Ferrara e in provincia sono state ordinate e consegnate tutte le attrezzature di fornitura e sono stati installati n. 181 apparati di bordo e n. 32 paline di fermata.

In allegato viene riportato l'elenco delle paline (DOCUMENTI SCARICABILI in fondo alla pagina).

A breve, pertanto, sarà possibile pianificare una prima attivazione dell'intero sistema sull'area urbana per verificare il funzionamento e apportare le eventuali modifiche e calibrazioni necessarie.

- See more at: http://www.cronacacomune.it/notizie/23631/partita-la-gestione-informata-della-mobilita-nel-trasporto-pubblico-della-citta.html#sthash.rdYrfhsp.dpuf

SCHEDA DETTAGLIATA

INTRODUZIONE

Al fine di migliorare il servizio di trasporto pubblico è necessario dotarsi di sistemi tecnologici avanzati di supporto alla gestione del servizio.

A tal proposito è di grande rilievo l’implementazione di un sistema automatico di monitoraggio del servizio erogato che consente da un lato di rilevare le anomalie ed ottenere tutti idati relativi al servizio, dall'altro di fornire servizi aggiuntivi al cittadino in tema di informazione in tempo reale.

La conoscenza dello stato del servizio permette anche di attuare politiche di gestione atte a garantire maggiore regolarità e pronto intervento in caso di eventi perturbanti.

Il sistema raccoglie ed elabora una grande quantità di informazioni per ciascun mezzo della flotta: corse perse, orari di partenza dai capolinea, condizione di anticipo/ritardo sulla tabella di marcia, percorrenze chilometriche, ecc... I dati acquisiti sono utilizzati per analisi statistiche e per la verifica del servizio.

Il sistema di monitoraggio del servizio permette il controllo della flotta in tempo reale mediante l’utilizzo di un link diretto fra autobus e centrale operativa garantendo procedure per regolarizzare il servizio.

Il sistema consente anche di fornire informazioni dinamiche alle fermate e a bordo bus, assistere e supportare il personale viaggiante.

ARCHITETTURA DEL SISTEMA

Il sistema è basato sull’interazione del software della centrale operativa con il software dei dispositivi a bordo degli autobus.

Su ogni autobus un dispositivo memorizza la tabella di marcia dell’autobus stesso e quinditutti gli orari di passaggio ai capolinea ed alle fermate. Tramite la localizzazione a mezzo GPS eodometro, il sistema è in grado di determinare la localizzazione dell’autobus e dal confronto con la tabella di marcia verificare l’eventuale ritardo o anticipo sui tempi di passaggio che viene immediatamente segnalato al conducente.

In caso di ritardo o anticipo, oltre certe soglie, viene registrato sul sistema di bordo un record nei files di log che a fine servizio possono essere inviati alla centrale operativa. Fra centrale operativa e veicoli è possibile comunicare in fonia per coordinare tutte le attività inerenti la gestione del servizio sul territorio. E' inoltre possibile l'invio bidirezionale di messaggi precodificati.

In centrale operativa è visualizzata la posizione degli autobus e del loro stato di anticipo/ritardo.

Possono inoltre essere fornite informazioni alle fermate sui tempi di arrivo dei mezzi mediante pannelli informativi e/o mediante l'utilizzo da parte dei clienti del telefono GSM.

Lo schema logico funzionale del sistema è di seguito riportato nella figura.

Schema logico

GESTIONE DI BORDO

CENTRALE

PANNELLI INFORMATIVI

PER L’UTENZA

BUS 27A ATTESA MIN. 4

BUS 11C ATTESA MIN. 6

LOCALIZZAZIONE

GPS

SISTEMA GSM/GPRS

FUNZIONALITA' DEL SISTEMA

Si riportano di seguito le principali funzionalità del sistema:

1. fornire la certificazione automatica del chilometraggio effettuato e del rispetto del programma

di esercizio

Nel sistema di bordo è memorizzata la rete e i dati relativi al servizio progettato con la sequenza delle corse da effettuare e gli orari di passaggio alle fermate. Il sistema di bordo registra gli orari del servizio effettivo di ciascun veicolo, che consente di effettuare il calcolo degli scostamenti rispetto al servizio progettato, e registra i chilometri percorsi in servizio di linea; tali dati sono scaricati automaticamente in deposito via WIFI dal sistema di bordo alla fine del servizio programmato alla sede preposta alla raccolta di tali dati.

2) rilevazioni automatiche ad ogni capolinea

Il sistema di bordo memorizza gli orari di partenza al capolinea e la matricola del mezzo.

Tali dati sono poi scaricati al centro per la consuntivazione del servizio effettuato.

3) archiviazione dei raccolti su base mensile, e su base annua

I dati acquisiti dai veicoli saranno organizzati in un apposito archivio dati al fine di produrre report su base mensile e annuale.

4) comunicare efficacemente con la flotta per risolvere situazioni di emergenza

Comunicare in fonia con i veicoli della flotta per risolvere e gestire direttamente situazioni di emergenza.

5) garantire la sicurezza degli autisti e passeggeri

Il collegamento in fonia e dati fra centrale operativa ed autobus garantisce il pronto intervento e la sicurezza per autisti e passeggeri.

6) prevenire o limitare eventuali disservizi

Gestire direttamente cambi autista, veicolo, supplementi, ecc. e quanto possa essere necessario per eliminare possibili disservizi.

7) fornire informazioni sui tempi di arrivo dei mezzi mediante cellulare

I clienti possono chiedere informazioni sui tempi di arrivo dei mezzi inviando una richiesta via SMS alla centrale che automaticamente, in pochi secondi, invia il messaggio di risposta.

Le informazioni sono anche disponibili su smartphone tramite App.

8) fornire informazioni sui tempi di arrivo e sul servizio su pannelli alle fermate mediante un

collegamento con la centrale.

Display installati alle fermate informano sul tempo di arrivo dei prossimi autobus.

9) fornire l’informazione vocale di prossima fermata a bordo del bus

Altoparlanti a bordo del bus annunciano la prossima fermata.

10) interfaccia verso il sistema di gestione semaforica per la preferenziazione del bus agli incroci .

E’ possibile inviare al sistema di gestione dei semafori le previsioni di arrivo dell’autobus al fine di garantirne la priorità di passaggio.

CENTRALE OPERATIVA

La Centrale Operativa realizza la supervisione di tutte le operazioni. Sui veicoli è memorizzato il servizio da effettuare (rete, fermate, orari di partenza dal capolinea, orari di passaggio alle fermate, ecc…). Quando il sistema di bordo rileva uno scostamento fra gli orari e/o il percorso del servizio progettato e di quello esercito lo registra sui files di log, avvisa il conducente

ed invia l’informazione all’operatore in centrale.

La posizione dei veicoli viene riportata sia su base cartografica che su rappresentazione linearizzata.

La centrale operativa può, tramite operatore, intervenire direttamente sul servizio per consentire il rientro di eventi critici mediante comunicazioni in fonia o messaggi precodificati ed operazioni di gestione del servizio.

Rappresentazione delle linee e dei mezzi su base cartografica.

Rappresentazione linearizzata delle linee

IL SISTEMA DI BORDO

Il sistema di bordo deve supervisionare il veicolo e fare da tramite fra il veicolo stesso e la Centrale Operativa. Deve rendere disponibile una grande quantità di informazioni sia per controlli ed interventi in tempo reale sia per un'analisi a posteriori con intenti statistici e programmatici. Il sistema di bordo deve dare una visione completa dello stato funzionale del mezzo ed è

composto dai seguenti elementi:

 unità centrale di bordo costituita da un elaboratore che gestisce i dati provenienti dai vari dispositivi e sensori ed effettua le elaborazioni necessarie per l'interfacciamento con il sistema di comunicazione e di localizzazione;

 terminale a disposizione del conducente dotato di tastiera funzionale per l'invio dei messaggi precodificati ed eventuale introduzione di dati da parte dell'autista e display per la visualizzazione dei messaggi;

 ricetrasmettitore per comunicazioni in fonia completo di antenna, microtelefono e altoparlante;

 interfaccia odometro per il computo delle distanze, in metri, percorse dal veicolo a partire da determinati punti di riferimento;

 ricevitore GPS.

Foto del sistema di bordo

INFORMAZIONE ALL’UTENZA

ALLE FERMATE

Il sistema fornisce, tramite display installati alle fermate, informazioni in tempo reale sul servizio: tempo di attesa del prossimo autobus e altre informazioni (deviazioni, scioperi, eventi particolari).

I display alle fermate sono collegati alla centrale operativa e gestiti dalla stessa. La previsione di arrivo del mezzo alla fermata è calcolata da un algoritmo dedicato.

Fermata con pannello informativo

INFORMAZIONI VIA TELEFONO CELLULARE

SERVIZIO HELLOBUS

La soluzione implementata consiste in un servizio telefonico che permette la distribuzione delle informazioni sui tempi di arrivo del bus utilizzando il sistema GSM, su richiesta del singolo utente.

Il sistema consente di ottenere le informazioni su tutte le fermate del servizio.

La persona che intende usufruire del servizio può, tramite il suo telefono cellulare, ottenere le informazioni sui tempi di transito dell’autobus ad una specifica fermata.

In particolare, l’utente digita sul cellulare uno short message (SMS) contenente il codice numerico della fermata (disponibile sul palo di fermata) ed il numero della linea di interesse; il messaggio viene inoltrato tramite il gestore della telefonia alla centrale operativa.

Quest’ultima, destinataria del messaggio, provvede tramite l’algoritmo di previsione a stimare il tempo di arrivo dell’autobus alla fermata specificata e restituisce a sua volta un SMS di risposta con la previsione dei tempi di arrivo. Le informazioni in tempo reale sono disponibili anche su smartphone utilizzando apposite.

App reperibili sugli store di Apple, Android e Windows. Per maggiori informazioni:

http://www.tper.it/app